Confusioni di Alan Ayckbourn - Matelica - Teatro Piermarini - 14 Novembre 2009 - Associazione Culturale 'Talìa'

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Confusioni di Alan Ayckbourn - Matelica - Teatro Piermarini - 14 Novembre 2009

Attività > Confusioni
Locandina Matelica
Zoom

Insieme per TELETHON
con BNL e il COMUNE DI MATELICA
abbiamo portato in scena
a
Matelica - Teatro Piermarini
Sabato 14 novembre - ore 21,00


"Confusioni"
di Alan Ayckbourn

Regia di:
Andrea Bartola

Aiuto Regista:
Andrea Caimmi

                                 


BNL
Associazione Culturale Talìa
PER TELETHON
in
“Confusioni”
di
Alan Ayckbourn


MATELICA, 14/11/ 2009
BNL – Gruppo BNP Paribas e Telethon si preparano ad affrontare insieme una nuova grande sfida di solidarietà.
I giorni 11 e 12 dicembre prossimi, infatti, prenderà il via la storica maratona Telethon in onda sulla reti RAI con lo scopo di raccogliere fondi a favore della ricerca scientifica sulle malattie genetiche.

In questo ambito si inserisce lo spettacolo che l'Associazione Culturale Talìa metterà in scena il giorno 14 novembre p.v., alle ore 21,00, presso il Teatro “G. Piermarini” di Matelica con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Matelica, con il quale verrà dato un contributo a favore della raccolta Telethon.  L'organizzazione dell'evento è stata possibile grazie alla collaborazione  di Radio Blu, Tipografia – Litografia Grafostil, Teatro Service di Gino Campetella ed il Complesso Bandistico “P. Veschi” di Matelica e non il ultimo il Comune di Matelica che patrocina la manifestazione, mettendo a disposizione  gratuitamente il teatro cittadino. L'ingresso sarà ad offerta libera.

La partnership di BNL con Telethon è il più importante progetto di fund raising in Italia e in Europa: la Banca affianca da 18 anni il Comitato Telethon Fondazione Onlus nella raccolta dei fondi a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche, condividendone valori e missione.

Una proficua collaborazione che ha permesso di raccogliere complessivamente dal 1992 oltre 185 milioni di euro. Nel 2008 la Banca ha raccolto più di 13 milioni di euro, grazie a oltre 14.000 dipendenti impegnati volontariamente nell’organizzazione di più di 1.000 eventi e grazie al contributo di 120.000 clienti donatori, dei quali 100.000 privati e 20.000 tra aziende ed enti pubblici. Cifre che hanno contribuito a far avanzare la ricerca su migliaia di malattie genetiche conosciute, molte delle quali gravi e ancora senza una terapia efficace.

Grazie ai fondi raccolti, negli anni Telethon ha potuto finanziare 1364 ricercatori per 2200 progetti di ricerca su 444 malattie genetiche studiate, ottenendo 6839 pubblicazioni sulle riviste scientifiche internazionali. Dopo la cura definitiva di dodici bambini affetti da una grave immunodeficienza congenita (Ada Scid), oggi i ricercatori di Telethon stanno per sperimentare sui pazienti la terapia genica per curare malattie quali: la leucodistrofia metacromatica, la sindrome di Wiskott Aldrich, mentre è già partita la sperimentazione sull’amaurosi congenita di Leber.

BNL sta già organizzando numerosi eventi in tutta Italia che anticiperanno e accompagneranno la maratona televisiva Telethon 2009 con lo scopo di stimolare la raccolta e aiutare così la ricerca scientifica a raggiungere nuovi traguardi.


Il Comune di Matelica, BNL Gruppo Bnp Paribas e Fondazione Telethon anticipano la storica “maratona”  che prenderà il via nei giorni 11 e 12 dicembre 2009 per la raccolta di fondi a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche.

Si invita a partecipare allo spettacolo teatrale “Confusioni” di  Alan Ayckbourn,
che si terrà il giorno 14 novembre 2009, alle ore 21,00,
presso il Teatro Comunale di Matelica “G. Piermarini”.

La commedia sarà interpretata dagli attori dell'Associazione Culturale Talìa di Fabriano.


Si ringraziano per la collaborazione:

Logo Radio Blu
Logo Talia
Logo Teatro Service
Logo Grafostil
Logo Banda di Matelica
Logo RuvidoTeatro
 
 
 
Torna Inizio Pagina
 
Continuate a Seguirci su Facebook
 
- -
Torna ai contenuti | Torna al menu